Giovanni “Giannino” Ancillotto -di Antonio Mucelli

Giannino, figlio di Giovanni e di Corinna Argentini, nacque il 15 novembre 1896 a San Donà di Piave, ed apparteneva alla ricca famiglia Ancillotto, locali proprietari terrieri e bonificatori. Arruolatosi nel Corpo aeronautica militare (ufficialmente la Regia Aeronautica nacque nel 1923) quattro mesi dopo l’inizio della Prima Guerra Mondiale, fin da subito dimostrò notevoli capacità come pilota. Diventato caporale a diciannove

MORTI COME SOPRA IL PONTE DELLA NAVE COME SANNO MARINAI DOVUNQUE MORIRE (Gabriele D’Annunzio)

IL TENENTE DI VASCELLO – ARDITO DELLA REGIA MARINA – ANDREA BAFILE M.O.V.M.- da Antonio Mucelli – Segretario Associazione Storico Culturale “Il Piave 1915/1918” e referente storico Federazione Nazionale Arditi d’Italia. Andrea Bafile nacque il 7 ottobre 1878 a Monticchio, frazione de L’Aquila dal medico Vincenzo Bafile e Maddalena Tedeschini D’Annibale; fu il primo di

IL CIMITERO MILITARE DI CA’ GAMBA E IL MONUMENTO AI CADUTI DI CAVAZUCCHERINA di Michele Venturato

Il Cimitero Militare di Cà Gamba è nato nel 1917 per ospitare le salme dei caduti della Grande Guerra morti nelle immediate vicinanze dell’omonima località. E’ stato uno dei più grandi cimiteri del Basso Piave, assieme a quello di Caposile, e conteneva un numero imprecisato di salme. Monsignor Costante Chimeton ha contato circa mille sepolture,

Intervista con Antonio Mucelli – Gli Arditi della Prima Guerra Mondiale

In primo piano: cartolina originale facente parte di una serie dedicata ai Reparti d’Assalto,  commissionata dalla FNAI, disegnata da Vittorio Pisani (1899-1974) negli anni ’30. Collezione Antonio Mucelli. Michele: Chi erano e come sono nati gli Arditi della Prima Guerra Mondiale? Antonio: La fondazione dei Reparti d’assalto italiani fu un avvenimento fondamentale, che cambiò il

Roberta Moretto – Il Filò e i personaggi delle favole venete

Il Filò Nelle sere d’inverno, poco dopo il mese di ottobre, terminata la cena e prima di andare a letto, l’unico modo per scaldarsi nelle case dei contadini era quello di trascorrere del tempo nella stalla. I casati erano molto numerosi e in un’abitazione potevano convivere dalle tre alle quattro famiglie. Non esistendo il riscaldamento

error: Il contenuto è protetto!! - Content is protected!!